Disturbi trattati:

 

  • Problemi psicologici: Anoressia, Bulimia, Dipendenza, Dipendenza affettiva, Stress, Trauma psicologico, Disturbi della personalità, Depressione, Ansia, Attacchi di panico, Aggressività, Fobie, Insonnia, Nevrosi, Disturbi sessuali, Omosessualità problematica, Abuso sessuale, Elaborazione del lutto, Disturbi psicosomatici, Alcolismo, Difficoltà Relazionali e coniugali, Disagi esistenziali.

 

  • Gestione dell’aggressività: attraverso l'esplorazione e il riconoscimento delle emozioni, come la rabbia, aiuto il paziente a prendere consapevolezza e a sperimentare che l'aggressività è un modo, spesso utile, di esprimersi nelle relazioni.

 

  • Dipendenze: le dipendenze, di qualsiasi genere, generano una vera prigionia interiore da cui è necessario uscire attraverso un primo passo fondamentale: ammettere con se stessi di avere un problema serio e pericoloso. Forse è passo più difficile da compiere, ma necessario. Il mio compito è aiutare il paziente a raggiungere questa consapevolezza e iniziare un percorso di in-dipendenza.

 

  • Depressione: le parole chiave sono quasi sempre solitudine, colori spenti, pensieri angoscianti, vita senza senso, volontà impotente. Al centro di questa oscurità però c'è sempre una particolare persona, importante e insostituibile, che è il paziente. La mia intenzione è di accompagnarlo, mostrandogli che è in grado di accendere la sua torcia per illuminare il suo cammino e trovare la sua strada.

  

  • Nevrosi: è un termine generico che per me indica limitazione di sé, costringimento, mancanza di libertà individuale e sociale. Può essere accompagnata da sintomi più o meno chiari ma può essere tutto ricondotto ad un'infelicità esistenziale di base. All’interno di una buona relazione terapeutica è possibile, insieme, affrontare la sofferenza, il dolore: accettandolo e superandolo.

 

  • Stress: all'interno della relazione terapeutica introduco tecniche di immaginazione guidata, ipnosi, rilassamento profondo e muscolare per aumentare la consapevolezza e lo stato di benessere psicofisico.

 

  • Attacchi di panico: questi disturbi sono molto frequenti e spesso invalidanti perché causano nei pazienti una riduzione del suo spazio e tempo vitale. L'aiuto che posso offrire loro è di tipo relazionale: la terapia attraverso la parola, e la condivisione è l'inizio di un nuovo modo di essere nel mondo e nell'affrontare la vita, con tutte le sue difficoltà. La parola e l'ascolto terapeutico infatti esplorano un passato doloroso e risanano vecchie ferite al fine di vivere il presente in modo sereno e sano.

 

  • Disturbi sessuali: la sessualità è un modo per entrare in relazione speciale con gli altri, quindi è un modo per conoscere meglio se stessi. Disturbi in questa sfera indicano la necessità di iniziare ad occuparsi di sé, di curare i propri desideri, bisogni, domande. 

 

  • Omosessualità: (le omosessualità) è una variante naturale del comportamento umano di cui non si conosce ancora la causa, così come per l'eterosessualità (le eterosessualità). La sofferenza della persona gay è causata di solito dall'omofobia, interiorizzata o sociale, che impedisce di realizzarsi come protagonista della sua storia di vita. Il mio compito è accompagnare il paziente nel suo viaggio dell'accettazione e della scoperta di sé, insieme, un passo alla volta.

 

  • Autostima: l'autostima deriva dalle sorgenti profonde del Sé e dalle esperienze che facciamo con gli altri intorno a noi significativi. Può essere migliorata prestando cura, tenerezza e compassione verso gli altri e se stessi. Attraverso una relazione terapeutica questo è possibile.

 

  • Trauma psicologico: scoprire la natura del trauma, le sue conseguenze, e rivederlo insieme nel qui e ora della relazione terapeutica al fine di scoprirne la funzione e i suoi significati nella vita del paziente.